Ghiaccio

Donne e ramponi gioie e dolori

Avancorpo inferiore Spigolo nord del Crozzon di Brenta

via nuova "Donne e ramponi gioie e dolori"

Il cielo è terso, l'azzurro è intenso, nella notte e nelle giornate precedenti ha tirato con violenza vento da nord, la neve non è più candida e immacolata; è disseminata d'aghi d'abete, la nostra traccia degli sci è continuamente interrotta da rami e arbusti spezzati dal signor Eolo che con la sua forza a creato pericolosi accumuli nevosi che ci impediscono un avvicinamento rilassante.

Oggi insieme ad Andrea Reboldi percorro tutta la lunga valle di Brenta Bassa priva di pericoli oggettivi, il fondovalle è chiuso da un bell'anfiteatro di alte pareti che vengono interrote a metà da una cengia, da questa grossa spaccatura cola continuamente acqua che durante il periodo invernale crea una varietà notevole di flussi di ghiaccio. Questo luogo è stato testimone di un nuovo Nuovo Mattino personale; qui, insieme a Nicola Tondini, tanti anni fa abbiamo cominciato a sperimentare il dry tooling, salendo dal basso vie di ghiaccio e misto  con uso parsimonioso di fix, dando il nostro contribuito a far diventare questa piccola valle una falesia per l'ice climbing; sono presenti linee da una a tre lunghezze, dove su alcuni itinerari bisogna anche saper utilizzare nut e friend per integrare le lontane protezioni fisse; tutte le soste sono attrezzate per la discesa.

Risalendo e superando la ripida scala di Brenta si è ancora protetti dal bosco di abeti, ora un ripido valloncello è sovrastato dalla valle di Brenta alta, le alte e valangose pareti di Fracinglo incombono su di noi. Qui Eolo ci ha dato dentro, ha depositato frammentando i cristalli di neve, che ormai privi di legame  formano dei lastroni molto insidiosi. Oltre all'attrezzatura d'arrampicata siamo muniti di Arva, pala e sonda; procediamo uno alla volta su tutto il canale, non siamo tranquilli: salgo per un breve tratto e mi fermo in una zona sicura, i miei sensi sono in piena allerta, tengo d'occhio Andrea mentre mi raggiunge,  breve tratto e zona sicura, breve tratto e zona sicura e così via fino a scappare dal canale rimontando il prima possibile a sinistra...

Arrivati alla sicura malga depositiamo il materiale da bivacco per i due giorni che prevediamo di fermarci e procediamo alla volta della nostra parete, ora lo zaino è diventato quasi gradevole.... I primi facili tiri se ne vanno veloci, poi un lungo canale rallenta la nostra marcia, la neve a  tratti ci sostiene ma di frequente cede sotto il nostro peso facendoci sprofondare fino al polpaccio!!!

Il canale si restringe  fino a diventare un camino ghiacciato e ci porta a una candela dall'aspetto decisamente fragile, una decina di metri di ghiaccio cristallino  non mi permettono mai di piantare la picozza, l'arrampicata è tecnica e delicata, un aggancio dietro l'altro mi porta sotto il tetto dove finalmente il primo chiodo fa calare la tensione, attraverso a destra e con una bella e ampia spaccata mi sposto su una candela sospesa.

Ora  si procede di nuovo veloci fino alla sosta, dove un ultimo tiro con qualche passo di misto ci porta sul pianoro sommitale e ci permette di vedere la via Valeria, che rientrava nei nostri obbiettivi di apertura, ma Canale e Mazzotti ci hanno preceduto il mese precedente mentre eravamo impegnati con altri progetti.  Durante la discesa pregustiamo la nostra futura cena davanti al caldo camino scoppiettante della baita Brenta: una bella pasta e fagioli casalinga, frittata con piselli, salamine e  spiedini  da fare alla brace e una buona bottiglia di vino rosso per innaffiare il tutto !!!

Mondo difficile ....

Via: Donne e ramponi gioie e dolori

ApritoriParolari Roberto e Reboldi Andrea

Aperta il: 04/02/2013

1° ripetizione: Claudio Migliorini e Francesco Rubiani il 10/02/2013

Sviluppo: m 405

Difficoltà: III, WI 5, M4

Materiale necessario: viti da ghiaccio (anche corte),   friend medio piccoli per 4° e 6° tiro, qualche chiodo da roccia.

Avvicinamentoda S.Antonio di Mavignola, si prende la carrozzabile  per val di Brenta, si seguono le indicazioni e in funzione all'innevamento si parcheggia prima della sbarra con divieto di transito (ordinanza comunale per pericolo valanghe). Si percorre tutto il fondo della val di Brenta bassa fino alla casetta di legno della teleferica del rif. Brentei. Si oltrepassa il ponticello e si arriva fino all'inizio delle scale di Brenta. Ora per ripidi gradini e poi per bosco si supera il primo dislivello fino a sbucare alla  base di una  ripida valletta cosparsa di mughi, la si percorre per intero e poco prima della fine si devia a sx per entrare in un bosco pianeggiante. Siamo ora in val di Brenta alta, si prosegue al suo centro fino ad arrivare a malga di Brenta alta 1.666 m. (2 ore). Dalla malga si prosegue in piano tenendo la dx e puntando alle evidenti colate sull'avancorpo sotto lo spigolo nord del Crozzon di Brenta che si raggiungono percorrendo il ripido pendio finale (1 ora). Donne e ramponi è all'estrema destra della parete e la linea si sviluppa in un canale obliquo verso sinistra.

Discesa  

1° calata

60 m su clessidra con cordino sù masso e breve tratto a piedi nel canale

2° calata

55 m su 2 chiodi da roccia, fino alla base del 5° tiro

3° calata

60 m su abalakof fino a entrare nel canale nevoso e proseguendo nel canale si arriva al primo ghiaccio

4° calata

55 m su abalakof

5° calata

55 m su abalakof

  Relazione  

1° tiro

ghiaccio 65°/75°  m 55 sosta su ghiaccio (da attrezzare)salire lo scivolo di ghiaccio, andando a sostare a dx alla base del salto più ripido.

2° tiro

ghiaccio 80°/70° m 55 sosta su ghiaccio ( da attrezzare): proseguire sullo scivolo affrontando la prima parte più ripida e andare a sostare a sx alla fine della corda.

3° tiro

canale nevoso 45°/40° per 150 metri (in conserva) sosta su roccia (1 ch da roccia lasciato): proseguire lungo il canale nevoso e dove questo si apre prendere a sx (puntando ad uno stretto camino), superando un breve risalto di ghiaccio, continuare nel canale nevoso che ora si fà più stretto e andare a sostare sulla dx prima dell'inizio della zona più ripida.

4° tiro

ghiaccio a 70°/90°  m 20 sosta su ghiaccio: salire il caratteristico stretto camino fino alla base dell'esile candelina

5° tiro

ghiaccio a 90°/80° + canale nevoso a 40° m 55 sosta su roccia (2 chiodi lasciati): salire l'esile e fragilissima candelina fino a sotto il tetto, traversare ora a dx spostandosi sulle frange di una candela sospesa e superare la parte verticale, ora su terreno meno impegnativo si raggiunge il canale nevoso e proseguendo quasi a fine corda si và a sostare a dx.

6° tiro

neve a 40° poi M4 m 80: sosta su roccia con clessidra (lasciato cordino): andare in obliquo verso sx e attaccare una sorta di canale/diedro aperto che con andamento leggermente obliquo a sx porta fino ad un masso sul pianoro nevoso.


Download allegati:

Relazione Donne e ramponi gioie e dolori

Schizzo Donne e ramponi gioie e dolori

Logo

Extreme Outdoor Adventures
iscriviti alla Newsletter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand

Cookie policy

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l’esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizzano

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web. Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito

Google Chrome

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
  2. Fai clic sulla scheda ‘Roba da smanettoni’ , individua la sezione ‘Privacy’, e seleziona il pulsante “Impostazioni contenuto”
  3. Ora seleziona ‘Consenti dati locali da impostare’

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona ‘Opzioni Internet’, quindi fai clic sulla scheda ‘Privacy’
  2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
  3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
  2. Quindi seleziona l’icona Privacy
  3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona ‘permetto ai siti l’utilizzo dei cookie’

Safari

  1. Fai clic sull’icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Fai clic su ‘Protezione’, seleziona l’opzione che dice ‘Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità’
  3. Fai clic su ‘Salva’

Come gestire i cookie su Mac

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX

  1. Fai clic su ‘Esplora’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Scorri verso il basso fino a visualizzare “Cookie” nella sezione File Ricezione
  3. Seleziona l’opzione ‘Non chiedere’

Safari su OSX

  1. Fai clic su ‘Safari’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Fai clic su ‘Sicurezza’ e poi ‘Accetta i cookie’
  3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX

  1. Fai clic su ‘Mozilla’ o ‘Netscape’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto ‘Privacy e sicurezza’
  3. Seleziona ‘Abilita i cookie solo per il sito di origine’

Opera

  1. Fai clic su ‘Menu’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Impostazioni”
  2. Quindi seleziona “Preferenze”, seleziona la scheda ‘Avanzate’
  3. Quindi seleziona l’opzione ‘Accetta i cookie ”

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( “Google”) . Google Analytics utilizza dei “cookies” , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser

http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

Contatti

Roberto Parolari

Via Caregno 37/G
25063 Gardone Val Trompia

SItaly

T+39 335 8339653