Roccia

Presolana parete nord via Direttissima

Si tratta di una via aperta 40 anni fa in artificiale ma senza bucare la roccia che si sviluppa lungo una serie di diedri tra la via Greenpeace e la via Paco. L'itinerario supera dei marcati strapiombi risultando atletico, ma allo stesso tempo tecnico nella prima parte, con una bella arrampicata su buchi e con diversi passi di aderenza. La roccia della prima parte della via è generalmente buona, a tratti ottima, poi in alto dove calano le difficoltà diventa friabile.

Lungo la via ci sono molti chiodi, ma diversi dei quali inaffidabili, questo comporta una buona padronanza del grado per poter salire in libera. L'ultima parte del 7° tiro e la prima dell'8° è umida e muschiosa. Nella prima parte non ci sono problemi di orientamento, poi dal 9° tiro in poi bisogna seguire il logico.

Sono stati aggiunti nel 2007 da Yuri Parimbelli e Roby Piantoni durante un restyling della Presolana 1 fix da 10 mm (lungo 11 cm) con anello ad ogni sosta (esclusa la prima),  lungo il 3° tiro ci sono due fix nuovi e un paio di vecchi spit. Nella prima parte della via si fa un uso limitatissimo di friend che vengono invece usati più spesso nella seconda sezione. Sul 3° tiro c'è un chiodo con un cordino che passa in un  simpatico fil di ferro nel quale si rinvia.... Però è doppio !!!! 

Era tanto che non arrampicavo in Presolana, l'ultima volta era stata con Guido durante l'aggiornamento del corso Guida di un paio di anni fa e avevamo arrampicato su Miss Mescalina: la via meglio chiodata della parete. Precedentemente avevo ripetuto un giardino per Gianmario, la via del Cuore, la Bosio e Carpe Diem alla nord ovest; tutte vie interessanti su una parete che sa sempre riservare emozioni intense. Ora a distanza di anni Stefano mi propone questa bella parete e io gli rilancio con la "Direttissima",pronti via e venerdì mattina alle 10 circa attacchiamo la via, la roccia sul 1° tiro è un po umida, ma dal 2° in poi è veramente notevole!

Ci sono parecchi chiodi da artificiale alcuni buoni e altri decisamente pessimi, parto un pò legnoso ma poi verso metà del secondo tiro ingrano la marcia e comincio ad arrampicare con scioltezza; non penso più ai chiodi traballanti che rinvio e con i piedi diverse volte spalmati arrivo al passaggio di 7a del terzo tiro, gli do un occhio ma mi rendo conto che in quel momento è fuori dalla mia portata e decido per una "mungitura" su qualche passaggio fino ad arrivare a un chiodo con un lungo cordino che prendo di slancio, lo tiro con decisione ma quando gli occhi arrivano alla sua altezza mi accorgo che l'anello del chiodo è formato da un fine fil di ferro!!! Azzz... il braccio istintivamente ma con cautela allenta la presa, due bei respiri profondi e via di nuovo fino in sosta !!! Nel tiro successivo che dovrebbe essere di 30 metri ci sono ancora tanti chiodi, credendo di avere abbastanza rinvii non mi risparmio nell'utilizzarli, anche perchè siamo sul 6c e diversi chiodi sicuramente non terrebbero un volo.

Di fatto però il tiro risulta essere lungo 45 metri, i rinvii finiscono e per arrivare in sosta uso tutto quello che mi resta: dai cordini ai moschettoni sfusi, ai friend e finendo con la mazzetta dei nut... Comunque sono in sosta; Stefano mi raggiunge con le braccine che urlano vendetta per un bel tiro continuo che non molla fino in sosta. Poi per il resto si viaggia ancora con atletici bombeé alternati a zone più facili fino ad arrivare al gran diedro; inizialmente bello ma dai due terzi in poi diventa molto umido e scivoloso, con un paio di passi in cui grossi ciuffi di erba bagnata certo non aiutano nella progressione. Il tiro successivo (l'8°) è veramente fradicio e muschioso, potremmo farne altri tre meno interessanti per avvicinarci alla via Paco, dalla quale vorremmo scendere in doppia  per vederla da vicino.

Viste le condizioni del tiro decidiamo di scendere subito cercando di collegarci più in basso alla Paco con una doppia obliqua. Comincio la discesa continuando ad allontanarmi dalla verticale della calata e gradualmente aumentano le possibilità di smaltarmi sul diedro in caso di scivolata, quindi con un paio di friends ben messi elimino subito il rischio e arrivo dopo un pò di ricerche alla sosta del 5° tiro. Ora siamo sulla verticale di placche fantastiche e solidissime, vediamo che le soste sono state rifatte e i fix (pochissimi) lungo i tiri sono nuovi sempre grazie al lavoro di Yuri. Mi calo osservando i tiri sotto di me e le mani mi sudano.... la roccia è incredibile ma ci sono dei run out da fare accapponare la pelle, la via mi interessa molto ma mi ripropongo di venire a ripeterla con un paio di gradi di margine in più nelle braccia !!!!!

Sul pianoro sottostante ci fermiamo a osservare la parete che prende luce dal tramonto rosso fuoco, lo spigolo nord ha il profilo illuminato dai raggi del sole, le nebbie filtrano dalla cresta di Cima Verde creando un ambiente quasi surreale, le nuvole gonfie e lattiginose si tingono di rosa, la Presolana splende di luce propria ed eccomi nuovamente stregato dall'ennesima parete.

Guardo la parte superiore con le sue grige e compatte placche, nella parte finale diversi pilastri si stagliano nel cielo blu cobalto e mi sembra di vedere una piccola Marmolada ma ad un ora e mezzo da casa, dove gli ingredienti per una bella avventura non mancano: un paio di ore comode di avvicinamento, parete severa e a nord, roccia super, sviluppo superiore a 500 metri, vie varie e nessuna da sottovalutare, dove il meteo spesso capriccioso può trasformare una giornata afosa in violenti temporali e basse temperature !!

Che altro dire ? Buona Presolana !!!!

Via: “Direttissima“

Apritori: L. Piantoni, R. Belinghieri, A. Fantini, F. Corrent 23-24-25 settembre 1972

1° invernale: M.Panseri, D. Natali, A. Ceribelli 2-3 marzo 2012

Ripetizione: Parolari Roberto  Ghirardelli Stefano il 06/09/2013

Sviluppo: 430 m fino alla cengia Bendotti

Difficoltà max: 7a in libera, (VI+ A1) R3, III; (tecnica, chiodatura, ambiente)

Attacco:  Da parcheggio della seggiovia di Colere seguire le indicazioni per il rif. Albani prima su mulattiera e poi per sentiero n° 403 in 2 ore fino al rifugio, poi per tracce di sentiero fino alla base della parete con un breve tratto attrezzato con cavo metallico, in discesa  fino a passare ai piedi di una  grossa lastra rocciosa appoggiata alla parete spostandosi ancora a sx fino a un chiodo con cordino alla base della via, 10 metri più a sx del fix di attacco della via Paco (45 min).

Discesa: Due possibilità: uscendo sulla cengia Bendotti andare a sx (est) fino alla sua fine seguendo i bolli rossi fino a delle corde fisse, poi con tre doppie fino al ghiaione. In alternativa alla cengia andare a dx (faccia a monte) fino all'uscita dello spigolo nord, scendere seguendo i bolli rossi con attenzione fino alla prima calata dello spigolo, ora con una decina di doppie non sempre evidenti sul lato NO fino alla base. Noi dalla fine del settimo tiro siamo scesi lungo la via Paco (per guardarla da vicino...) appena a dx  facendo la prima doppia in obliquo e rinviando con un paio di friends fino ad arrivare ad una sosta del soccorso  con 2 fix (e diversi altri senza piastrina) qualche metro più bassa e a sx della sosta originale (kevlar e moschettone di calata)

Materiale: friends (fino al 2 camelot), nuts, cordini, 2 corde da 60m, martello e chiodi potrebbero tornare utili, su alcuni tiri ci sono tra i 15/20 chiodi abbondare quindi con i rinvii

  

Dettaglio tirilunghezza – difficoltà Materiale sul tiro+ usato Materiale in sosta Note
1° tiro 20m 5c 5 chiodi +usato 1 friend piccolo 1 spit 2 chiodi Si sale lo zoccolo in direzione di una fessura che dopo pochi metri devia a sx proseguendo fin sotto il piccolo tetto
2° tiro 25m 6b+ 9 chiodi 2 chiodi +1 fix con anello Seguire il diedro per 20 m uscendo poi a sx fino al suo termine
3° tiro 30m 7a+ 9 chiodi  1 con fil di ferro e cordino lungo4 fix  1 chiodo +1 fix con anello Superare un piccolo tetto per prendere un altro diedro, percorrerlo fino a uno strapiombo, superarlo (passo chiave) per proseguire nel diedro superiore fin sotto a uno strapiombo giallo
4° tiro 45m 6c circa 20 chiodi +usato 1 friend viola 2 chiodi +1 fix con anello Puntare allo strapiombo per aggirarlo a sx, prendere la fessura per poi spostarsi a dx in obliquo e proseguire diritti fino a un terrazzino
5° tiro 30m 6c 12 chiodi 1 chiodo +1 fix con anello Superare in obliquo a dx lo strapiombo (primi metri friabile), raggiungere un canalino e seguirlo, uscendo poi a dx sotto uno strapiombo
6° tiro 30m 6a+ 9 chiodi +usato 1 friend viola 1 spit +1 fix con anello Superare lo strapiombo un paio di metri a dx, fino a guadagnare un terrazzino erboso, superare sulla dx lo strapiombino per poi in obliquo raggiungere la base del gran diedro
7° tiro 45m 6a 7 chiodi +usato 1 friend violae 1 friend verde 2 chiodi +1 fix con anello Salire il diedro obliquando poi a dx a prendere una lama staccata, per poi rientrare al centro fino alla sosta
8° tiro 40m 6c+ ancora diversi chiodi C'è sempre un fix con anello alle soste con i vecchi chiodi Salire il diedro (umido e muschioso) fin sotto il tetto, attrversare a sxfino allo spigolo e superare lo strapiombo, seguire un piccolo canale fino a uno spiazzo erboso
9° tiro 35m 4a chiodi   per rocce rotte verso sx fino a superare un diedro camino con andamento a sx
10° tiro 25m 4a chiodi   In diagonale a dx (friabile)sino a una vasta rientranza gialla della parete
11° tiro 35m 6a+ chiodi   Attraversare a dx fino alla fine della cengia, superare una placca verso dx  con roccia delicata, entrare nel secondo diedro che si incontra fin sotto uno strapiombino che si evita a sx
12° tiro 40m 5a chiodi   Salire verso dx per superare un ultimo strapiombo per proseguire poi leggermente in obliquo a sx
13° tiro 50m 4a chiodi   Proseguire su rocce facili sempre verso sx fino alla cengia Bendotti

Download allegati:

Presolana parete nord via Direttissima Relazione

Presolana parete nord via Direttissima itinerario

Logo

Extreme Outdoor Adventures
iscriviti alla Newsletter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Learn more

I understand

Cookie policy

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l’esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizzano

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web. Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito

Google Chrome

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
  2. Fai clic sulla scheda ‘Roba da smanettoni’ , individua la sezione ‘Privacy’, e seleziona il pulsante “Impostazioni contenuto”
  3. Ora seleziona ‘Consenti dati locali da impostare’

Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona ‘Opzioni Internet’, quindi fai clic sulla scheda ‘Privacy’
  2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
  3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.

Mozilla Firefox

  1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
  2. Quindi seleziona l’icona Privacy
  3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona ‘permetto ai siti l’utilizzo dei cookie’

Safari

  1. Fai clic sull’icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Fai clic su ‘Protezione’, seleziona l’opzione che dice ‘Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità’
  3. Fai clic su ‘Salva’

Come gestire i cookie su Mac

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX

  1. Fai clic su ‘Esplora’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Scorri verso il basso fino a visualizzare “Cookie” nella sezione File Ricezione
  3. Seleziona l’opzione ‘Non chiedere’

Safari su OSX

  1. Fai clic su ‘Safari’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Fai clic su ‘Sicurezza’ e poi ‘Accetta i cookie’
  3. Seleziona “Solo dal sito”

Mozilla e Netscape su OSX

  1. Fai clic su ‘Mozilla’ o ‘Netscape’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
  2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto ‘Privacy e sicurezza’
  3. Seleziona ‘Abilita i cookie solo per il sito di origine’

Opera

  1. Fai clic su ‘Menu’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Impostazioni”
  2. Quindi seleziona “Preferenze”, seleziona la scheda ‘Avanzate’
  3. Quindi seleziona l’opzione ‘Accetta i cookie ”

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( “Google”) . Google Analytics utilizza dei “cookies” , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser

http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

Contatti

Roberto Parolari

Via Caregno 37/G
25063 Gardone Val Trompia

SItaly

T+39 335 8339653